I.T.E.R Capitolo 7. Thonon Les Bains-Chamonix

camilla

E' domenica mattina e la Vallée d' Abondance è ravvivata dai turisti e dalle famiglie locali che approfittano del bel sole per fare una passeggiata e un picnic. Molte macchine, qualche camper, alcuni sportivi in bicicletta..nessun bus. Almeno, non per Thonon Les Bains, dove noi di I.T.E.R abbiamo un importante appuntamento alle 15.30: il treno per Chamonix.

L'ufficio informazioni turistiche, aperto la domenica a contrario di quanto indicato sul cartello all'ingresso, ci indica un'unica possibilità: percorrere la valle con il Columbus, che proprio oggi entra in servizio, contattare poi un taxi privato per raggiungere le sponde del Lac Leman.

Approfittiamo del tempo libero per visitare il paese in cui ci troviamo, la Chapelle d'Abondance, chalet disposti ordinati su morbidi prati verde smeraldo e una bella chiesa riccamente decorata, le piste da sci trasformate in discese per gli amanti del downhill.

L'autista del Columbus ci dice che il servizio è stato attivato ieri, sabato: ma come, l'ufficio informazioni e il sito internet non dicono questo! Mah. Il prezzo del biglietto è ragionevole, ma gli utenti sono pochi, locali: i turisti, ci dicono, cominciano ad arrivare in questi giorni e, a volte, non conoscono il servizio.

Troviamo un taxi privato con cui percorriamo in poco tempo i 16 km che ci separano dalla Gare di Thonon Les Bains, ma a che prezzo!

Da qui, comincia il lungo viaggio in treno, cinque ore e mezza, quattro cambi per raggiungere Chamonix. Ci sarebbe una via più breve, ci hanno detto, passando attraverso la Svizzera. Noi, però siamo fedeli al progetto: I.T.E.R, un viaggio tra Italia e Francia, che a volte dura un po' troppo.

Arriviamo ai piedi del Monte Bianco alle 20, siamo partiti 9 ore prima da La Chapelle. E' stata una giornata molto lunga, ma molto utile per valutare il servizio.

Domani si torna in Italia, gli zaini sono carichi di opuscoli, file video e quaderni di appunti.

Ora, non resta che organizzare il materiale.

Siete pronti ad ammirare il frutto delle nostre fatiche? Abbiate pazienza e tenete d'occhio la pagina Facebook...a presto!